Quello normativo non il solo punto di domanda in tema di salute digitale e gamification. Ex paziente oncologica e designer, so che le terapie digitali possono aiutare i malati. Ma sarebbe un disastro se venissero privilegiate rispetto al rapporto umano racconta Alissa Rees, olandese, 26 anni, patient innovator.

Era il 1997 quando Angela Missoni, terzogenita di Rosita e Ottavio, divenne direttore creativo del brand di famiglia. Vent’anni di carriera celebrati da Vogue Italia con un libro da collezione che, con nuove immagini e contributi di amici, celebrities e fotografi, nonché i saggi di Tim Blanks e Mariuccia Casadio, racconta il percorso creativo, il mondo colorato, gioioso e sempre in evoluzione della stilista. C’è tutto: a partire dalla casa di Sumirago, contenitore di suggestioni immerso nella natura, dove Angela raccoglie oggetti che parlano della passione per i mercatini, di memorie di viaggio e della fascinazione per l’artigianato di epoche ed etnie diverse.

50 anni IED, mostra e percorso interattivo per ripercorrere progetti e avvenimenti che hanno tracciato l’evoluzione del network e quella della nostra società dal 1966 a oggi. La mostra (visitabile fino al 19 novembre) si snoda attraverso i contributi di ex alunni, designer e aziende che hanno contribuito negli anni a dare forma a quello che oggi rappresenta l’Istituto Europeo di Design, eccellenza internazionale che opera nel campo della formazione e della ricerca in diverse discipline: design, moda, arti visive, comunicazione. L’istituto ha sede a Milano, Torino, Roma, Firenze, Venezia, Cagliari, Como, Madrid, Barcellona,.

Il downgrade sull (nella foto il ministro dell Pier Carlo Padoan) dell di rating Dbrs avr un impatto limitato sulle banche italiane: il principale effetto sar sulla liquidit e sar legato allaumento dell sugli asset stanziati in Bce (ed eventualmente in operazioni bilaterali con altre banche) a fronte del cash ottenuto. Le banche, per mantenere invariata la liquidit ottenuta dalla Bce, dovranno quindi dare in garanzia maggior collaterale: non ci sar un costo diretto del downgrade bens indiretto legato agli interessi che non verrano percepiti sui titoli dati in prestito. In base ai calcoli degli analisti di Equita, le banche hanno un in Bce di circa 115 miliardi, e asset eligible per rifinanziamento al netto di haircut per 270 miliardi: il downgrade dovrebbe comportare dunque un consumo di collaterale pari a circa il 10% e un assorbimento di 21 miliardi di liquidit.