I risultati evidenziano che la maggior parte dei soggetti inclusi nello studio presenta un deficit di forza agli abduttori d’anca e di articolarità nei movimenti di estensione e rotazione esterna nell’arto con frequenti episodi distorsivi alla caviglia rispetto al controlaterale sano. I protocolli riabilitativi dopo una distorsione di caviglia dovrebbero considerare, oltre alla caviglia lesa, le strutture più prossimali; in particolare sarebbe importante proporre degli esercizi per incrementare la forza degli abduttori ed aumentare la mobilità in estensione ed in…