Anche se negli anni 80 ostentava la sua amoralità, oggi non ha più tante certezze. Ciò che difendo è il diritto di intendere la morale nel modo più coerente con se stessi, riflette. Dalla sua esperienza di giurato a Cannes nel 1992 ha tratto la consapevolezza che occorre dare un’opportunità a tutti quelli che sono in concorso. Did she know me from the library, I asked? No, it was her first time there. We talked about places we might have…