Altre innovazioni sartoriali furono accolte con meno entusiasmo. Nel 1949, la tennista americana Gussie Moran sbigottì il pubblico di Wimbledon presentandosi con una gonna insolitamente corta che rivelava la biancheria intima bordata di pizzo ad ogni suo movimento. Lo stilista di quell’ensemble oltraggioso, il britannico Ted Tinling, fu accusato di aver portato “la volgarità e il peccato nel tennis”, anche se stava semplicemente anticipando l’accorciamento degli orli delle gonne che avrebbe rivoluzionato la moda nel decennio successivo.. The Sun (2006)I…