La guerra e il lavoro. Parole chiave nello schietto universoguthrieano, soprattutto la seconda, cruciale. Sul tetto del convoglio funestato dal vento e dalla pioggia, il cantastorie vagabondo si interroga con qualche compagno di sventura sull’effettiva destinazione di un viaggio aspro e penoso come la perdurante mancanza di un impiego, e dell’ampio corollario di rispetto, benessere e regole civiche che esso comporta in seno a una comunità di individui. Times, Sunday Times (2015)The only requirement is for applicants to have a…